Kirghizistan

INFORMAZIONI DEMOGRAFICHE

Capitale: Bishkek (altitudine: 730 m)

Superficie: 199.900 kmq      

Abitanti: 6.201.500

Fusi orari: + 4 rispetto all’Italia

Lingua ufficiale: kirghiso

Moneta: som kirghizo KGS

Tasso di analfabetismo: 0.2%

Religione: musulmani sunniti 70%, non religiosi 25%, ortodossi 5%

Mortalità infantile: 30/1000

RISCHI BIOLOGICI PER LA SALUTE

Il paese è privo di sbocchi sul mare e prevalentemente montuoso. Il clima è continentale con forti escursioni termiche (inverni freddi ed estati calde).

Il rischio di malaria esiste da giugno alla fine di ottobre in alcune zone meridionali ed occidentali del paese. Profilassi raccomandata: nessuna. E’ presente la rabbia trasmessa dal morso o graffiatura di animali selvatici, (cani randagi, scimmie, pipistrelli). Indispensabile trattamento post morsicatura con immunoglobuline e vaccino.

Tra le malattie trasmesse da alimenti o bevande contaminati: l’epatite A, la febbre tifoide, l’amebiasi, la diarrea del viaggiatore. Il latte non pastorizzato deve essere sempre bollito, mentre i gelati possono rappresentare un rischio. E’ inoltre importante fare uso solo di acqua minerale imbottigliata, senza l’aggiunta di ghiaccio, sia a scopi alimentari sia per l’igiene orale. Si raccomanda di non acquistare alimenti o bevande da venditori ambulanti.

Gli standard delle strutture ospedaliere non sono soddisfacenti. Sono frequenti i problemi di reperimento di medicinali anche comuni, mentre il personale sanitario è abbastanza competente. 

VACCINAZIONI

Assicurarsi di aver eseguito tutte le vaccinazioni di routine, in particolare Morbillo-Parotite-Rosolia-Varicella.

Febbre gialla, il certificato di vaccinazione è richiesto ai viaggiatori di età superiore a un anno provenienti da zone infette o che hanno transitato per almeno 12 ore in un aeroporto di un Paese a rischio di trasmissione. Vaccinazione non raccomandata.

Difterite-Tetano-Pertosse

Epatite A

Epatite B

Febbre tifoide

Rabbia

INFO MALARIA

Profilassi raccomandata: nessuna.

E’ raccomandato l’uso di repellenti e zanzariere per prevenire le punture di insetti.

COSA PORTARE IN VALIGIA

Kit di primo soccorso con disinfettante, cerotti, termometro, integratori multi-vitaminici, fermenti lattici, antipiretici, antidolorifici, antibiotici, e medicine per disturbi intestinali, creme solari ad alta protezione, repellenti contro le punture degli insetti (controllate che ci sia scritto “zanzare tropicali” sulla confezione), salviette/gel disinfettanti, preservativi, un adattatore universale per le spine elettriche, torcia elettrica e batterie di scorta, fotocopia del passaporto.

COMPORTAMENTI RACCOMANDATI
  • Rivolgersi agli ambulatori delle ASL per praticare per tempo le vaccinazioni raccomandate ed avere i consigli utili al viaggio.
  • Portare dei farmaci e del materiale di primo soccorso.
  • Prevenire le punture di insetti con repellenti.
  • Adottare tutte le precauzioni necessarie nel consumo di acqua ed alimenti per prevenire la diarrea del viaggiatore. Non utilizzare ghiaccio.
  • Fare attenzione alle malattie a trasmissione sessuale: AIDS, epatite A-B-C-D, gonorrea, sifilide, scabbia, ecc. Proteggersi sempre con il preservativo in caso di rapporti sessuali occasionali. Evitare interventi di agopuntura, piercing, e i tatuaggi.
  • Prudenza nei contatti con gli animali selvatici. Indispensabile trattamento post morsicatura con immunoglobuline e vaccino antirabbico.
  • Sono possibili forti escursioni climatiche.
  • Non trascurare le problematiche dell’esposizione alle radiazioni solari.
  • Al ritorno dal viaggio, riferire sempre al proprio medico sintomi quali febbre, diarrea, lesioni cutanee che persistono.

Dove sei diretto?

Grazie al nostro motore di ricerca, puoi facilmente trovare la Nazione di destinazione e scoprire informazioni utili sulle vaccinazioni necessarie.

Cerca
Generic filters
Exact matches only

Quale malattia stai cercando?

Grazie al nostro motore di ricerca, puoi facilmente trovare la Nazione di destinazione e scoprire informazioni utili sulle vaccinazioni necessarie.

Cerca
Generic filters
Exact matches only

Kirghizistan

INFORMAZIONI DEMOGRAFICHE

Capitale: Camberra (altitudine: 610 m)

Superficie: 7.741.220 Km

Abitanti: 24.598.930

Fusi orari: + 9 (Sidney)

Lingua ufficiale: inglese

Moneta: dollaro australiano AUD

Tasso alfabetizzazione: 100%

Religione: cattolici 27%, anglicani 20 %, protestanti 17%, ortodossi 3%, altre religioni 15 %, non religiosi 18%

Mortalità infantile: 4/1000

VACCINAZIONI

Difterite-Tetano-Pertosse

Epatite A

Epatite B.

Febbre gialla, il certificato di vaccinazione è richiesto ai viaggiatori di età superiore ad un anno provenienti da paesi con rischio di trasmissione di febbre gialla. Vaccinazione non raccomandata.

INFO MALARIA

Nessun rischio di trasmissione malarica

RISCHI BIOLOGICI PER LA SALUTE

E’ con 2.6 abitanti per chilometro quadrato uno degli stati meno densamente abitati del mondo. Il clima è prevalentemente arido all’interno, tropicale a nord est, e mediterraneo a sud ovest. La grande estensione del paese, superiore a quella dell’intera Europa occidentale, presenta una notevole varietà di climi: il centro del Paese è desertico, mentre il nord (Queensland e Northern Territory) è subtropicale. La zona temperata è quella della costa sudorientale. A Canberra il clima è temperato con quattro distinte stagioni. Melbourne è relativamente più fredda con temperature relativamente elevate nei mesi estivi (dicembre-febbraio) raggiungendo anche i 35°C, mentre nel periodo invernale (giugno-settembre) sono in media intorno ai 5°C. A Sydney il clima è mite, molto caldo ed umido d’estate (26-27°C la massima) e fresco d’inverno (8-10°C la minima). Adelaide è simile a Sydney (7-8°C di minima in media, una temperatura minima intorno ai 4-5°C d’inverno e 26-27°C d’estate. Al nord dell’Australia (Brisbane) il clima è subtropicale con temperature molto elevate ed un alto tasso di umidità nei mesi estivi e temperature relativamente più fresche nei mesi invernali, comprese tra i 15 e i 26°C. A Perth il clima è molto caldo d’estate con temperature massime che superano facilmente i 40°C ed inverni miti.

Non vanno sottovalutati i possibili effetti negativi del jet-lag (9 fusi di differenza) soprattutto per chi viaggia provenendo direttamente dall’Europa.

La dengue (trasmessa di giorno da zanzare Aedes) è presente solo nella parte settentrionale del paese.

I siti protetti dall’UNESCO sono 16, costituiti prevalentemente da parchi e da bellezze naturali.

 L’assistenza sanitaria è di ottimo livello nelle aree urbane. Nelle aree rurali e in quelle più remote, invece, vi è scarsità di personale sanitario e le strutture ospedaliere sono poco affidabili. Tra l’Italia e l’Australia esiste un accordo in materia di assistenza sanitaria che consente ai turisti italiani di beneficiare della assistenza sanitaria di base garantita ai cittadini australiani dal sistema pubblico del “Medicare”, per un periodo non superiore ai 180 giorni dall’ingresso nel Paese.

COSA PORTARE IN VALIGIA

Kit di primo soccorso con disinfettante, cerotti, termometro, integratori multi-vitaminici, fermenti lattici, antipiretici, antidolorifici, antibiotici, e medicine per disturbi intestinali, creme solari ad alta protezione, repellenti contro le punture degli insetti (controllate che ci sia scritto “zanzare tropicali” sulla confezione), salviette/gel disinfettanti, preservativi, un adattatore universale per le spine elettriche, torcia elettrica e batterie di scorta, fotocopia del passaporto.

COMPORTAMENTI RACCOMANDATI
  • Praticare per tempo le vaccinazioni raccomandate.
  • Portare dei farmaci di primo soccorso.
  • Prendere in considerazione i possibili effetti negativi del jet-lag.
  • Adottare tutte le precauzioni necessarie nel consumo di acqua ed alimenti per prevenire la diarrea del viaggiatore.
  • Fare attenzione alle malattie a trasmissione sessuale: AIDS, epatite A-B-C-D, gonorrea, sifilide, scabbia, ecc. Proteggersi sempre con il preservativo in caso di rapporti sessuali occasionali. Attenzione a piercing, tatuaggi, agopuntura.
  • Sono possibili forti escursioni climatiche.
  • Non trascurare le problematiche dell’esposizione alle radiazioni solari.
  • Prevenire le punture di insetti con repellenti.
  • Al ritorno dal viaggio, riferire sempre al proprio medico sintomi quali febbre, diarrea, lesioni cutanee che persistono.

Dove sei diretto?

Grazie al nostro motore di ricerca, puoi facilmente trovare la Nazione di destinazione e scoprire informazioni utili sulle vaccinazioni necessarie.

Cerca
Generic filters
Exact matches only

Quale malattia stai cercando?

Grazie al nostro motore di ricerca, puoi facilmente trovare la Nazione di destinazione e scoprire informazioni utili sulle vaccinazioni necessarie.

Cerca
Generic filters
Exact matches only