Nuova Zelanda

INFORMAZIONI DEMOGRAFICHE

Capitale: Wellington (altitudine: 70 m)

Superficie: 270.534 kmq      

Abitanti: 4.793.900

Fusi orari: + 11 rispetto all’Italia

Lingue ufficiali: inglese, maori

Moneta: dollaro neozelandese NZD

Tasso di analfabetismo: 0.5%

Religione: atei 25%, protestanti 18%, anglicani 17%, cattolici 13%, cristiani 2%, altre religioni 25%

Mortalità infantile: 4/1000 

RISCHI BIOLOGICI PER LA SALUTE

Si trova 2000 chilometri ad est dell’Australia. Comprende due grandi isole ed è quasi interamente situata nella zona temperata dell’emisfero australe. Nell’isola a nord si concentra il 75% della popolazione. L’isola a sud è più montuosa. La temperatura media è sui 12°C, il nord ha un clima quasi sub tropicale, il sud ha inverni rigidi. Il clima della Nuova Zelanda varia da subtropicale all’estremità settentrionale dell’Isola del Nord a temperato nel resto del Paese, con condizioni alpine nelle zone montuose. Il clima è quasi ovunque soggetto a cambiamenti estremamente rapidi. La maggior parte della Nuova Zelanda riceve tra i 600 e 1600 mm di pioggia all’anno, distribuiti durante tutto l’anno con un periodo asciutto durante l’estate, ad eccezione di parte dell’Isola del Sud, dove l’estate è più piovosa. La zona più piovosa coincide con la costa occidentale dell’Isola del Sud, mentre l’area a est delle montagne è più secca.
Le temperature medie annuali variano da 10°C nel sud fino a 16°C nel nord della Nuova Zelanda. Il mese più freddo è luglio e il mese più caldo è gennaio o febbraio. Le variazioni tra temperature estive e invernali sono relativamente piccole, anche se nelle zone interne e ad est delle catene montuose la variazione è maggiore (fino a 14°C).

Non vanno sottovalutati i possibili effetti negativi del jet-lag (11 fusi di differenza) soprattutto per chi viaggia provenendo direttamente dall’Europa.

Tra le malattie trasmesse da alimenti o bevande contaminati: l’epatite A e rischio moderato di diarrea del viaggiatore.

Il sistema sanitario è di buon livello nelle aree urbane. Nelle aree rurali il livello delle strutture sanitarie è inferiore, anche per la carenza di personale specializzato.

VACCINAZIONI

Assicurarsi di aver eseguito tutte le vaccinazioni di routine, in particolare Morbillo-Parotite-Rosolia-Varicella.

Difterite-Tetano-Pertosse

Epatite A

Epatite B

 

INFO MALARIA

Nessun rischio di trasmissione malarica

COSA PORTARE IN VALIGIA

Kit di primo soccorso con disinfettante, cerotti, termometro, integratori multi-vitaminici, fermenti lattici, antipiretici, antidolorifici, antibiotici, e medicine per disturbi intestinali, creme solari ad alta protezione, repellenti contro le punture degli insetti (controllate che ci sia scritto “zanzare tropicali” sulla confezione), salviette/gel disinfettanti, preservativi, un adattatore universale per le spine elettriche, torcia elettrica e batterie di scorta, fotocopia del passaporto.

COMPORTAMENTI RACCOMANDATI
  • Praticare per tempo le vaccinazioni raccomandate.
  • Portare dei farmaci di primo soccorso.
  • Prendere in considerazione i possibili effetti negativi del jet-lag.
  • Adottare tutte le precauzioni necessarie nel consumo di acqua ed alimenti per prevenire la diarrea del viaggiatore.
  • Fare attenzione alle malattie a trasmissione sessuale: AIDS, epatite A-B-C-D, gonorrea, sifilide, scabbia, ecc. Proteggersi sempre con il preservativo in caso di rapporti sessuali occasionali. Evitare interventi di agopuntura, piercing, e i tatuaggi.
  • Al ritorno dal viaggio, riferire sempre al proprio medico sintomi quali febbre, diarrea, lesioni cutanee che persistono.

Dove sei diretto?

Grazie al nostro motore di ricerca, puoi facilmente trovare la Nazione di destinazione e scoprire informazioni utili sulle vaccinazioni necessarie.

Cerca
Generic filters
Exact matches only

Quale malattia stai cercando?

Grazie al nostro motore di ricerca, puoi facilmente trovare la Nazione di destinazione e scoprire informazioni utili sulle vaccinazioni necessarie.

Cerca
Generic filters
Exact matches only